23giu16 la rubrica numerica di VENTO    
9 è il numero dell’articolo della Costituzione italiana sulla tutela del paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione. Uno stimolo legislativo che a volte dimentichiamo, proposto nella traccia di ambito storico-politico della 1° prova di maturità del 22 giugno 2016: la valorizzazione del paesaggio. Da Settis a Carandini, da Strinati a Sgarbi, osservazioni e visioni sul paesaggio italiano, il suo contesto, gli abusi, le offese e le svalutazioni che spesso riceve. Un input per tutti noi, per ripensare e progettare in un’ ottica di sviluppo di un patrimonio inestimabile, di territori, luoghi e persone ricchi di unicità e che ricoprono la penisola. Beni naturali, storici ed artistici da rispettare; ridiamo dignità ai nostri patrimoni!
La bellezza salverà il mondo? Noi ci stiamo provando pedalando nel paesaggio.                                                                                                                                                                                   ... leggi qui i precedenti Numeri al VENTO
 





Nasce il Sistema delle ciclovie turistiche nazionali

Il 27 luglio non lo ricorderemo solo come il giorno della nascita di questa grande visione che è la Rete delle ciclovie turistiche nazionali, ma anche come una tappa fondamentale in cui il nostro Paese ha scelto di dare credito a un diverso modello di sviluppo. La mobilità ciclabile e il cicloturismo sono due leve strategiche per il territorio, per l’occupazione, per il paesaggio, per leconomia diffusa e per rianimare le comunità locali nelle nostre aree interne. Investire sulla ciclabilità non è la fissa di qualcuno o il capriccio di qualcun altro ma è un’opzione di sviluppo a impatto zero e a effetto assicurato a cui non possiamo e non dobbiamo rinunciare. Hanno fatto bene il Governo e le Regioni a impegnare risorse per iniziare a realizzare quello che sarà un intervento strutturale per la società e l’economia del territorio. Non va dimenticato che a firmare il protocollo c’erano sia il Ministero delle infrastrutture che quello dei Beni Culturali e del Turismo. Il primo è titolare dell'infrastruttura ciclabile che è il mezzo abilitante grazie al quale avremo centinaia di migliaia di turisti. Il secondo è titolare della cultura della cura del paesaggio italiano e dei suoi beni che è ciò che i cicloturisti vogliono scoprire. Il cicloturismo è la condensazione di entrambe le dimensioni e non può essere solo pista ciclabile come non può essere solo uno sgambettare sul territorio per strade ordinarie. Il cicloturismo che abbiamo proposto con VENTO è esattamente un progetto di territorio, paesaggio, società che supera e include le infrastrutture. La visione di VENTO, come della rete che si vuole generare, ci spinge più in là e ci fa piacere che Governo e Regioni abbiano raccolto questa sfida senza cedere ad alcun ribassismo. Ci fa piacere, come istituzione scientifica quale è il Politecnico di Milano, aver ideato e consegnato VENTO al Paese come contributo per migliorare la qualità della vita, perchè questo è uno dei nostri compiti civili. Siamo grati a Governo e Regioni per questo atto di impegno che è un riconoscimento del nostro lavoro come di quello degli altri. Ora si tratta di iniziare a progettare e realizzare, ma non è finito il tempo per comunicare, far capire e far conoscere le potenzialità del cicloturismo. Quindi ci aspettiamo che il territorio, con tutte le sue meravigliose e diverse energie, ci supporti ancora e inizi a prepararsi al cambiamento che arriverà prima del previsto. A settembre saremo sul territorio con VENTOBiciTour (17-25/09) proprio per rilanciare VENTO e il cicloturismo e sarà importantissima la risposta del territorio. Chiudo ringraziando tutti, ma proprio tutti quelli che hanno creduto in VENTO in questi 6 anni. Il successo condensato in questa firma è merito loro: cittadini, imprese, aziende agricole, associazioni, media, comuni, province, regioni, fondazioni, enti, ministeri e tutte le persone che ne animano l’attività. Sono loro, assieme a noi Politecnico di Milano, che hanno indicato al Paese una strada nuova da seguire. Ciclabile ovviamente.



Scarica l'allegato del Sistema Nazionale delle Ciclovie turistiche
 


AL VIA L'ORGANIZZAZIONE DI

 
VENTO Bici Tour tanto atteso dai nostri cicloamatori quest'anno partirà a settembre e avrà una duplice anima, dialettica e tecnica. Seguite le news e le curiosità sulla nostra pagina dedicata a VENTO Bici Tour 2016.  
VENTO Bici Tour 2016
 

VENTO è una ciclovia? Non solo.
 

VENTO ha la forma di una ciclabile, ma è molto più di una ciclabile. VENTO è il progetto di un'infrastruttura leggera che diviene una chiave preziosissima per rimettere in contatto noi al paesaggio che ci contiene e rappresenta, rendendoci sempre più cittadini.
 
             
NEWS    

14 maggio2016
Piccoli passi per far partire VENTO subito.
Il vercellese e l’alessandrino spingono sui pedali: vogliono iniziare a realizzare subito parte del tracciato VENTO. Come? Usando un pò dei fondi della compensazione per la presenza di scorie radioattive... [continua a leggere]

Roma, 12 dicembre 2015

VENTO SI FA, così è scritto nella Legge di Stabilità

Vi ricordate cosa promise il 3 giugno scorso il ministro Delrio a Cremona durante VENTO Bici Tour 2015? "VENTO si farà!". Bene, quella promessa, sabato 12 dicembre, ha iniziato a diventare realtà perchè con un emendamento presentato al Ddl Stabilità è stato ritoccato verso l'alto lo stanziamento previsto che passerà da 33 a 94 milioni in tre anni...

[continua a leggere]

Consulta il testo della LEGGE 28 dicembre, n.208 (Legge di Stabilità 2016) provvedimento entrato in vigore l'1/1/2016 (Art.1 comma 640)


   
 
... leggi tutte le news  
 
APPUNTAMENTI    
   
28 luglio 2016 ore 19.30|BASE Milano via Bergognone, 34, 20144 Milano
VENTO partecipa a On The Road Thursday, dialoghi sul tema viaggio in collaborazione con Cinelli
... appuntamenti precedenti  
   
RASSEGNA STAMPA
   

... Più di 50 articoli su VENTO Bici Tour 2015, oltre a numerosi passaggi in radio e TG regionali!
 
... continua
 
   
 
   
  Leggi di VENTO
e della valle del
fiume Po in


    Scopri il TRACCIATO  
         
  679 km  
         
  ADERENTI  
  305
tra associazioni
e istituzioni
 
  4.800 cittadini
  COME ADERIRE AL PROGETTO  
         
  160 amministrazioni e istituzioni hanno sottoscritto il Protocollo di Intesa VENTO

 
VENTO È ANCHE UN DOCU-FILM TRAILER from Stuffilm on Vimeo
         
 
Qui tanti altri video
 
 

VENTO è



POLICY

1. Il sito non utilizza cookies propri, ma di terze parti.

2. Per l'utilizzo dei plugin di Facebook, Twitter, Vimeo e YouTube si fa riferimento alle loro rispettive policies (Facebook; Twitter; Vimeo; YouTube).

3. A seconda del browser utilizzato, è possibile cancellare / gestire i cookies come specificato nelle pagine di cui ai link che seguono:
Internet Explorer ; Google Chrome ; Mozilla Firefox ; Opera ; Apple Safari
Un progetto di:   Con il contributo di:   Con la collaborazione di:

   
     

 
Con il patrocinio di: